RIVISTA INTERNAZIONALE di EDAFORUM
ANNO I / N. 2 - 1 giugno 2005 - EDA e DIRITTI
 

EDITORIALE


MONOGRAFICO



RUBRICHE

Articoli

 

Buone Pratiche



Recensioni


Documenti


Recensioni web sull'EdA

 

 

 

 

DOCUMENTI

La Commissione propone il nuovo programma "Cittadini per l'Europa" per il periodo 2007-2013

Brussels, 7 aprile 2005

Traduzione a cura di Valentina Gurrieri

 

Come parte di una nuova generazione di programmi di azione comunitaria per il periodo 2007- 2013, la Commissione Europea ha adottato ieri una proposta per un programma per la promozione della cittadinanza attiva europea. Tale programma, con un budget di 207 milioni di euro per l'intero periodo, assumerà la direzione dell'attuale programma che si concluderà nel 2006 ed è un contributo per dedicarsi ad una sfida più grande per l'Unione Europea, vale a dire come colmare la lacuna esistente tra i cittadini e l'Unione Europea.

 

 

Dando il benvenuto alla proposta, il Commissario Jàn Figel' sottolinea il bisogno di coinvolgere i cittadini nello sviluppo dell'UE: "Una delle sfide maggiori di questa Commissione sarà quella di far sì che i cittadini europei sviluppino un senso di appartenenza e che si crei un'identità europea, affinché essi possano divenire più profondamente coinvolti nello sviluppo dell'Unione Europea", ha detto Figel, aggiungendo inoltre: " Credo che il futuro programma sulla cittadinanza attiva, radicato nella nostra comune storia e cultura, promuovendo e celebrando i nostri valori condivisi, quali libertà, giustizia, tolleranza e solidarietà, costituirà una sorta di cemento per creare un'Europa più citizen-friendly ".

 

A tal fine, la Commissione Europea sta proponendo un programma che pone i cittadini al centro dell'attenzione, offrendo loro la possibilità di assumere pienamente la propria responsabilità come cittadini europei e che risponde al bisogno di migliorare la loro partecipazione alla costruzione dell'Europa. Incoraggerà la cooperazione tra cittadini e le loro organizzazioni nei diversi Paesi al fine di incontrarsi, agire insieme e sviluppare le proprie idee in un ambiente Europeo che vada oltre una visione nazionale e che rispetti la diversità. Questi scambi interculturali contribuiranno a migliorare la conoscenza reciproca della cultura e della storia dei popoli europei, faranno emergere il nostro patrimonio comune e rafforzeranno le basi per un futuro comune. La comprensione reciproca, la solidarietà e un sentimento di appartenenza all'Europa sono in realtà le fondamenta per il coinvolgimento dei cittadini e sono riflessi in ogni azione del programma.

 

La prima azione "Cittadini attivi per l'Europa", si focalizzerà sul coinvolgimento diretto dei cittadini, sia attraverso attività collegate con il gemellaggio tra città, sia attraverso altri tipi di progetti dei cittadini.

 

La seconda azione "Società civile attiva per l'Europa" ha come target gli organismi della società civile che operano a livello europeo, che riceveranno i supporti strutturali sulla base del loro programma di lavoro o il sostegno per i progetti transnazionali.

 

La terza azione "Insieme per l'Europa" supporterà eventi di alta visibilità, studi e strumenti di informazione, che saranno indirizzati al più ampio numero di beneficiari attraverso le frontiere e renderà l'Europa più tangibile per i suoi cittadini.

 

 

Per ulteriori informazioni:

 

http://europa.eu.int/comm/dgs/education_culture/activecitizenship/index_en.htm

 

 

 

 

LLL - Focus on Lifelong Lifewide Learning
Rivista registrata presso il Tribunale di Firenze n. 5414 del 01 marzo 2005
Redazione: c/o Dipartimento di Scienze dell'Educazione dell'Università degli Studi
Via del Parione 11/B - 50123 Firenze
Fax 055.2382098
Editore: EdaForum www.edaforum.it - info@edaforum.it
Provider: Kronide Srl www.kronide.it